Ti sento

Il volersi bene si costruisce. Ma l’amore quello vero, no.

L’amore lo senti immediato, non ha tempo. È dire “ti sento”.

Un contatto di pelle, un abbraccio, un bacio.

Mantenersi, il mio verbo preferito, tenersi per mano.

Ti può bastare per la vita intera, un attimo, un incontro.

Rinunciarvi è folle, sempre e comunque. 

Erri De Luca

Annunci

Qualcosa scritto per me…

Cerco nei libri la lettera, anche solo la frase che è stata scritta per me
e che perciò sottolineo, ricopio, estraggo e porto via.
Non mi basta che il libro sia avvincente, celebrato, né che sia un classico:
se non sono anch’io un pezzo dell’idiota di Dostoevskij,
la mia lettura è vana.
Perché il libro, anche il sacro, appartiene a chi lo legge
e non per il diritto ottenuto con l’acquisto.
Perché ogni lettore pretende che in un rotolo di libro
ci sia qualcosa scritto su di lui.
Erri De Luca

Ci si innamora

Ci si innamora così, cercando nella persona amata il punto a nessuno rilevato, che è dato in dono solo a chi scruta, ascolta con amore.

Ci si innamora da vicino, ma non troppo, ci si innamora da un angolo acuto un poco in disparte in una stanza, presso una tavolata, seduto su un gradino mentre gli altri ballano.

Erri De Luca

Erri de Luca – Due

Due

Quando saremo due saremo veglia e sonno affonderemo nella stessa polpa come il dente di latte e il suo secondo, saremo due come sono le acque, le dolci e le salate, come i cieli, del giorno e della notte, due come sono i piedi, gli occhi, i reni, come i tempi del battito i colpi del respiro. Quando saremo due non avremo metà saremo un due che non si può dividere con niente. Quando saremo due, nessuno sarà uno, uno sarà l’uguale di nessuno e l’unità consisterà nel due. Quando saremo due cambierà nome pure l’universo diventerà diverso.

Erri De Luca

 voce Marilena Dattis 
Musica originale composta ed eseguita da Giuseppe Perrone